Counseling psicologico


tree001Per counseling psicologico (termine equivalente alla consulenza psicologica) si intende l’attività professionale dello psicologo attraverso cui si favoriscono e si sviluppano le potenzialità della persona e la sua qualità di vita, agevolando atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le capacità, le consapevolezze e le risorse strettamente personali.

Si tratta di un insieme di tecniche di intervento nella relazione di aiuto che possono essere utilizzate per supportare e sviluppare le risorse della persona, ove non sia presente un disagio di origine psicopatologica che si manifesti con un’invalidante degradazione della qualità della vita (in questi casi, tipicamente si può intervenire con procedure di tipo psicoterapeutico, che hanno una durata diversa nel tempo rispetto al counseling psicologico, e comportano solitamente un’azione di ristrutturazione delle caratteristiche di personalità del paziente).

Le tecniche di counseling psicologico trovano quindi applicazioni molteplici nell’affrontare un periodo di disagio, sia esso dovuto a fattori interni quanto esterni.
Si possono fare alcuni esempi di situazioni in cui un intervento del genere è indicato:

MoMosaic01menti di cambiamento trasformativo ed evolutivo come avvengono durante una separazione o un lutto, nel rapporto tra genitori e figli, nei rapporti di coppia, sul piano amicale o professionale

 

Il confronMosaic02to e l’accettazione di alcuni aspetti di sé, le modalità di relazione con gli altri, lo “stare insieme” nei gruppi. La sessualità e l’affettività, orientamento sessuale, il benessere di coppia.

 

Mosaic03Problematiche di disagio psicologico che non sconfinino in un’invalidante quadro psicopatologico, come stati d’ansia e depressione.

 

Mosaic04La scelta di un percorso professionale o formativo che richieda una pianificazione degli obiettivi e un’analisi delle competenze (counseling d’orientamento, in abbinamento a tecniche di coaching).

 

Mosaic05Una o più scelte di vita che comportino cambiamenti significativi che la persona trova difficili da gestire, come il trasferimento in una nuova città, un nuovo lavoro (o un cambio di posizione), convivenza o matrimonio, la nascita o l’adozione di un figlio, oppure una malattia o condizione più o meno invalidante o cronica (ad. es il diabete).

Gli interventi di counseling psicologico tendono ad essere limitati nel tempo, e l’attenzione è circoscritta a problemi specifici nel “qui e ora”, motivando il cliente ad assumere nuovi strumenti e nuovi punti di vista che lo agevolino a modificare la sua realtà.

Parallelamente all’intervento di counseling psicologico può essere dato spazio ad altri interventi di matrice psicologica rivolti a problematiche specifiche, in particolare il supporto o sostegno psicologico,  mentre quando si lavora con un cliente che non porta disagi o problemi invalidanti – ma desidera raggiungere degli obiettivi importanti – si possono utilizzare le metodologie di coaching.